Epilazione laser: dalla ceretta al laser, così si è evoluta la tecnologia

Dalla classica ceretta al più innovativo laser: tutta l’evoluzione.


Epilazione laser vs ceretta

Fino a qualche anno va, la ceretta era considerata come il migliore e più soddisfacente tra i metodi di epilazione: a differenza del rasoio, infatti, la ceretta tende a garantire un risultato più duraturo. Questa tecnica per eliminare i peli superflui dal nostro corpo, però presenta diversi svantaggi, i quali hanno rappresentato altrettanti incentivi per ideare un metodo ancora più efficace.

Ed è per l’appunto come risultato di questo continui studi che è nata lepilazione laser, ovvero un trattamento estetico il quale, attraverso un fascio di luce che penetra la nostra cute, riesce ad atrofizzare il follicolo pilifero, così da bloccare la crescita dei peli superflui.

Ma quali sono, nello specifico, i vantaggi dell’epilazione laser rispetto alla classica ceretta? E quali sono le principali differenze tra questi due metodi? E quando, dunque, si dovrebbe preferire l’epilazione laser alla ceretta?

Prima dell’epilazione laser: la ceretta

La ceretta è stata per molto tempo la principale e più diffusa alternativa al rasoio. Questo metodo di epilazione prevede l’eliminazione dei peli superflui attraverso l’asportazione dei follicoli mediante strappo.

Esistono peraltro diverse tipologie di ceretta in commercio, accomunate in ogni modo dalla medesima tipologia di utilizzo. Il modello più diffuso è probabilmente quello della ceretta a caldo, il quale prevede per l’appunto il riscaldamento della cera, la quale può così passare dalla forma solida a quella liquida.

dalla ceretta alla depilazione laser. ecco l'evoluzione

Dopo aver distribuito la cera sulla zona da depilare, si può procedere all’asportazione dei peli mediante strappo.

Esiste poi la ceretta a freddo, che garantisce delle sedute più veloci: in questo caso, infatti, le strisce depilatorie sono già pronte all’utilizzo, senza dover attendere il riscaldamento della cera. Altre tipologie di ceretta meno diffuse sono la ceretta a rullo e la ceretta araba.

In ogni caso, oltre ai vantaggi rispetto alla depilazione con il rasoio, sono noti anche gli svantaggi tipici della ceretta. In primo luogo, non va trascurato il fatto che questo trattamento deve essere ripetuto circa ogni due settimane per avere una pelle effettivamente liscia.

Le irritazioni cutanee, vista l’effettiva aggressività di questa tecnica, sono inoltre sempre dietro l’angolo, così come il proliferare di altrettanto fastidiosi e antiestetici peli incarniti.

Va inoltre sottolineato il fatto per cui i risultati della ceretta non sono sempre esaltanti, e che questo trattamento – sicuramente non velocissimo da mettere in pratica – prevede anche una preparazione nei giorni precedenti, così da aumentare la propria efficacia.

Come ben sanno le estetiste, infatti, procedere alla ceretta senza aver esfoliato la pelle qualche giorno prima significa in buona parte compromettere il risultato. Parallelamente, questo metodo mal si coniuga con dei peli lunghi, i quali in caso devono essere accorciati prima di applicare la cera.

La rivoluzione: l’epilazione laser

Per anni le donne alle prese con le dolorose e dispendiose cerette non hanno fatto altro che domandarsi, tra uno strappo e l’altro, se davvero non potessero esistere dei metodi più efficaci, più duraturi e soprattutto meno dolorosi per avere una pelle liscia e bella da toccare.

Ebbene, la soluzione è l’epilazione laser, una tecnica sempre più diffusa che – se messa in pratica da personale medico preparato – garantisce dei risultati altamente soddisfacenti, in un numero limitato di sedute.

Il sogno di dire addio alle cerette, ai rasoi, alle creme depilatorie e agli epilatori elettrici, dunque, è diventato realtà. L’epilazione laser consiste nell’emissione mirata di un fascio di luce che va a concentrarsi sul bulbo pilifero. La luce non intacca la cute circostante, ma va invece a colpire unicamente la radice del pelo, così da eliminare ogni possibilità di crescita, in modo sicuro e indolore.

A differenza della ceretta, infatti, l’epilazione laser non provoca nessun dolore. Si può parlare tutt’al più di un leggero fastidio, il quale va ad attenuarsi mediante l’applicazione di apposite creme anestetiche una volta terminata la seduta. Non è tutto qui; in quanto l’epilazione laser permette di eliminare tutte gli effetti collaterali tipici della ceretta e del rasoio, come i peli incarniti e la follicolite.

In base alla zona trattata e alle diverse caratteristiche del paziente, può essere necessario un numero variabile di sedute, il quale solitamente si aggira mediamente intorno ai 7 appuntamenti. Già dai primi giorni, però, si potrà notare una crescita rallentata dei peli, i quali risulteranno fin da subito più radi e più sottili.


Affidati agli specialisti

La prima consulenza è sempre gratuita!