Menu

Per appuntamenti: 0266989244

Rimozione tatuaggi: le strategie di rimpiazzo

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
rimozione tatuaggi con laser e strategie di rimpiazzo

Ecco quali sono le principali strategie di rimpiazzo di un trattamento di rimozione tatuaggi. Attenzione! Alcune di queste potrebbero essere molto pericolose e dannose per la tua pelle.


Rimozione tatuaggi: quale trattamento scegliere

Se stai pensando di procedere con la rimozione dei tatuaggi indesiderati, ma non sai come fare, il nostro consiglio è quello di optare per un trattamento con tecnologia laser, eseguita da un medico esperto presso un centro di rimozione tatuaggi autorizzato, come il nostro centro Laser Milano.

Questa metodica è a oggi quella più sicura, oltre che a essere anche quella più efficace. Devi sapere che il trattamento di rimozione tatuaggi viene svolto da un medico professionista e che, prima di ottenere i risultati desiderati, dovrai avere un po’ di pazienza e svolgere più sedute di rimozione.

Il laser Q- Switched è ad oggi una delle migliori tecnologie esistenti. Questo laser ti consente non solo di eliminare tutti i tatuaggi, anche quelli più difficili da rimuovere, ma anche le macchie della pelle che ne conseguono da questo trattamento.

Spesso però, sempre più persone decidono di ricorrere a delle metodiche di rimpiazzo o alternative a un trattamento laser perché ritenuto, magari, troppo costoso e doloroso.

Quello che queste persone non prendono in considerazione però è che queste strategie fai da te potrebbero causarti grossi problemi alla pelle e alla tua salute.

Ma vediamo più nel dettaglio in cosa consistono queste strategie alternative e perché potrebbero essere così pericolose.

Rimozione tatuaggi: fai attenzione alle strategie di rimpiazzo

Le metodiche alternative alla rimozione tatuaggi eseguita tramite tecnologie laser sono tante. Sul web spopolano tecniche casalinghe che promettono di ottenere i risultati sperati con il solo utilizzo di prodotti che ciascuno di noi possiede a casa.

Tra questi, si ricordano:

  • La salabrasione: questo metodo si avvale dell’utilizzo di un principio abrasivo attraverso l’uso del sale. Secondo questa tecnica ti basterà strofinare energicamente sulla zona del corpo che intendi trattare del sale mescolato con dell’acqua. Si tratta sicuramente di un metodo più economico della rimozione tatuaggi effettuata mediante laser, tuttavia questa tecnica è assai dolorosa e praticamente inefficace.
  • La pietra abrasiva: alcune persone insoddisfatte del proprio tatuaggio, pur di non ricorrere a un trattamento laser, si avvalgono dell’utilizzo di una pietra abrasiva e della sabbia. Si tratta di una tecnica simile alla precedente, in quanto anche in questo caso il metodo si avvale dell’abrasione. Può essere svolta comodamente a casa con l’ausilio di una semplice pietra pomice da strofinare con della sabbia sul tatuaggio che s’intende rimuovere.

strategie di rimpiazzo per rimozione tatuaggi: la pietra pomice

  • L’aloe vera: quest’ultimo forse è il metodo alternativo meno dannoso tra quelli citati. L’aloe vera infatti possiede numerose proprietà lenitive e benefiche per la pelle. Spesso all’aloe vera viene aggiunta della vitamina E (macinata e ridotta in polvere), mescolate insieme fino ad ottenere una miscela. Anche in questo caso si procede per abrasione sulla zona del corpo da trattare e sul tatuaggio che s’intende rimuovere.

Conseguenze delle strategie di rimpiazzo di rimozione tatuaggi

Le consegue dell’utilizzo di una di queste strategie non sono da sottovalutare. Oltre che ad essere del tutto inefficaci (non otterrai mai il risultato sperato con uno di queste metodiche) sono assai dolorose e possono risultare dannose per la tua pelle.

Qualora decidessi di ricorrere a uno di questi trattamenti, i rischi che correrai sono i seguenti:

  • Danneggiamento dell’epidermide, con conseguente comparsa di cicatrici.
  • Irritazioni cutanee.
  • Pelle più sensibile e debole.
  • Infezioni.

Prima di ricorrere a un trattamento di questo tipo, il nostro consiglio è quello di valutare bene tutti i rischi che potresti correre.

Scegli di consultare un esperto, che sia il tuo medico di famiglia o un dermatologo. Saranno loro stessi a indirizzarti presso un centro medico specializzato in rimozione tatuaggi e a distoglierti dall’idea di ricorrere a un metodo di questo tipo.

Conclusioni

Ricapitolando: diffida sempre dalle strategie alternative e di rimpiazzo di un trattamento di rimozione tatuaggi eseguito mediante tecnologia laser. Questa metodica risulta essere, ad oggi, quella più sicura oltre che quella più efficace.

Le tecniche di rimozione fai da te riportate in questo articolo sono pericolose e potrebbero causarti problemi alla pelle.

Se non vuoi incorrere in queste problemi, ma desideri comunque rimuovere un tuo tatuaggio che ti ha stufato, contattaci. Noi di Laser Milano saremo lieti di offrirti tutte le informazioni necessarie sul prezzo del nostro servizio di rimozione tatuaggi presso il nostro centro medico.

Affidati agli specialisti Affidati agli specialisti

La prima consulenza è gratuita!

     
                 
     

LUCE PULSATA

Diversamente dai laser, la luce pulsata emette raggi ad ampio spettro non coerenti, quindi meno precisi. Quando utilizzata per rilasciare grandi quantità di energia può provocare ustioni. Tecnologicamente più elementare, ha però il grande vantaggio dell’economicità. Molte delle apparecchiature in commercio sono state depotenziate per motivi di sicurezza e non consentono niente di più che un rallentamento della ricrescita.

LASER A DIODO

Il laser a diodo, similmente a quello ad alessandrite, ha come bersaglio privilegiato la melanina. I diodi più potenti ottengono normalmente buoni risultati, tuttavia sono costretti ad arrendersi contro i peli più ostinati a causa del pericolo di ustione. Invece i diodi a bassa potenza sono delicati e veloci, ideali per il trattamento di aree vaste, ma non sono in grado di raggiungere i risultati ottenibili con l’alessandrite.

LASER ND:YAG

Il laser nd:yag si distingue per la capacità di penetrare sotto la cute in profondità interagendo non con la melanina, ma con i vasi sanguigni. Agendo sui capillari che nutrono i peli è quindi lo strumento più indicato per trattare senza controindicazioni le zone in cui il bulbo pilifero è situato in profondità e le pelli scure o abbronzate. Spesso si rivela perfettamente complementare rispetto al laser ad alessandrite.

LASER AD ALESSANDRITE

Il laser ad alessandrite colpisce con precisione la melanina contenuta nei peli. Rilasciando grandi quantità di energia in modo mirato, è quindi in grado di distruggere anche i peli più resistenti nel pieno rispetto dei tessuti circostanti. Per questo motivo la letteratura scientifica lo individua come il laser più indicato per la depilazione permanente. Tuttavia occorre prestare particolare cautela con le pelli scure o abbronzate.