Rimozione tatuaggi: grazie all’arte del Mehndi non ne avrai bisogno

Rimozione tatuaggi? Con l’arte del Mehndi non avrai bisogno di ricorrere a questo trattamento! Vediamo insieme di cosa si tratta.


Rimozione tatuaggi: un’alternativa potrebbe essere scegliere il Mehndi.

Vorresti un tatuaggio ma hai paura di stufarti e non vorresti ricorrere a un trattamento di rimozione dei tatuaggi indesiderati?

Devi sapere che esiste una valida alternativa al tatuaggio permanente di cui oggi vogliamo parlarti.

Si tratta del Mehndi, un tatuaggio particolare che non richiede un trattamento di rimozione con il laser.

Vediamo più nel dettaglio di cosa si tratta.

Tatuaggio Mehndi: tutto quello che devi sapere.

Mehndi è un termine che viene utilizzato per indicare una particolare tipologia di tatuaggio, tipicamente indiana, realizzato con l’henné rosso, una pianta dalle proprietà medicinali.

In India viene realizzato durante le cerimonie di matrimonio dalle amiche e donne della famiglia sulla futura sposa. I tatuaggi vengono disegnati sulle mani, braccia, piedi e polpacci.

Sia in India che in Medioriente le donne imparano quest’arte da bambine per poi diventare, per alcune di loro, un vero e proprio mestiere.

Per potersi fare un tatuaggio all’henné, non è necessario sposarsi, così come non è necessario essere in India.

Infatti, questa antica e affascinante arte si sta diffondendo sempre di più anche in Italia.

Tatuaggio Mehndi: come viene realizzato?

La realizzazione di questo tatuaggio richiede una certa esperienza e una buona manualità. Per prima cosa si prepara la pasta, che si ottiene attraverso la miscela della polvere di henné naturale con dell’acqua.

La pasta deve riposare per almeno 12 ore prima di essere utilizzata per la realizzazione del tatuaggio.

Una volta che la sua consistenza diventa simile a quella del dentifricio, si aggiunge dello zucchero e del succo di limone per favorire un maggior fissaggio del colore.

Anche se ormai in India si stanno diffondendo sempre di più sul mercato dei coni di pasta all’henné già pronti che sostituiscono ormai il passaggio di preparazione della miscela.

La durata del processo di realizzazione varia a seconda di quanto è complesso il tatuaggio e dalle zone del corpo in cui si intende tatuare.

Per tracciare il disegno si usano dei coni di plastica che si riempiono con la pasta. Per un disegno dai tratti fini si utilizzano i coni più piccoli.

tatuaggio menhdi un'alternativa se non si vuole ricorrere a un trattamento di rimozione tatuaggi

Una volta terminata la decorazione, il tatuaggio si asciuga molto lentamente. Per poter vedere il risultato definito infatti si dovrà attendere almeno 48 ore dalla sua realizzazione.

Questo dipende dall’ossidazione dell’henné a contatto con l’aria e la luce. Infatti inizialmente il tatuaggio apparirà di color arancio e successivamente diventerà di color rosso-marrone.

Perché scegliere il tatuaggio Mehndi.

I motivi per cui dovresti scegliere un tatuaggio Mehndi piuttosto che un tatuaggio permanente sono i seguenti:

  • Si tratta di un tatuaggio molto particolare e di estrema bellezza.
  • Se non sei sicuro di voler un tatuaggio “per sempre” e hai paura di stufarti, il Mehndi a differenza degli altri tatuaggi non è permanente.
  • Questa sua impermanenza ti consente di realizzare di volta in volta tatuaggi diversi, sperimentando diverse combinazioni che più si addicono alla tua situazione del momento.
  • Se ti stufi di un tatuaggio sei costretto a ricorrere a un trattamento di rimozione di chirurgia medica, effettuato con il laser. La rimozione del Mehndi invece è ben diversa e molto più semplice.

Rimozione tatuaggi Mehndi

I tatuaggi all’henné non richiedono di ricorrere alla rimozione dei tatuaggi tramite trattamento laser.

Puoi farlo direttamente a casa utilizzando una delle seguenti tecniche.

  1. Il metodo dell’acqua calda. Una delle tecniche più utilizzate e anche la più semplice ed intuitiva. Per eliminare il Mehndi devi inzuppare il tatuaggio con dell’acqua calda, in modo da permettere la dilatazione dei pori della pelle, fino a quando non si cancella del tutto l’inchiostro dell’henné. Successivamente puoi utilizzare un gel esfoliante con una spugna da bagno per eliminarne i residui.
  2. Con del sale grosso e dell’olio d’oliva. Se non possiedi un gel esfoliante per la rimozione totale del tatuaggio puoi realizzare una miscela di sale grosso e olio d’oliva. L’importante è che non si strofini eccessivamente sulla pelle perché potresti irritarla.

Se non vuoi usare uno di questi metodi di rimozione, potresti lasciare che sia il tempo a eliminare il tuo Mehndi. Con l’esfoliazione naturale infatti il disegno sparirà progressivamente dalla tua pelle.

I tempi di eliminazione variano a seconda del tipo della tua pelle e della penetrazione del colore in essa.

Generalmente il tatuaggio sparisce nell’arco di 10/20 giorni dal giorno della sua realizzazione.

Conclusioni

Se non sei sicuro di volere un tatuaggio permanente sulla tua pelle e se non vuoi rischiare di dover poi ricorrere ad un trattamento di rimozione tatuaggi, in questo articolo ti abbiamo parlato di una possibile soluzione: il Menhdi.

Il tatuaggio Menhdi viene realizzato infatti con l’henné e non è permanente, e per rimuoverlo, non dovrai ricorrere all’uso del laser.

Le tecniche di rimozione sono ben diverse e molto più semplici. Inoltre, se preferisci, potresti lasciare che il tatuaggio scompaia naturalmente con il tempo.


Affidati agli specialisti

La prima consulenza è sempre gratuita!