Menu

Per appuntamenti: 0266989244

Rassodare dopo liposuzione: è necessario post trattamento laser?

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
rassodare dopo liposuzione rischi

Scopri, leggendo il nostro articolo, se è necessario rassodare dopo un trattamento di liposuzione laser.

Rassodare dopo liposuzione: è necessario?

Ti sei sottoposto a un trattamento di liposuzione laser o stai pensando di farlo ma ti spaventa il post trattamento? Allora questo articolo fa al caso tuo.

Oggi voglio parlarti dei risultati della liposuzione e se c”è la necessità di seguire un regime alimentare specifico o un allenamento per rassodare il proprio corpo dopo l”intervento.

Sia che tu decida di sottoporti a una liposuzione fianchi sia che tu decida di sottoporti ad una liposuzione addome, glutei e cosce dovresti prendere in considerazione il fatto che è possibile che dopo che tu ti sottoponga a un trattamento del genere la tua pelle appaia svuotata e non propriamente tonica.

Ovviamente questo è molto più probabile che accada quando ci si rivolge a dei medici inesperti e improvvisati che aspirano più grasso di quello che dovrebbero, ad esempio.

Ma i motivi per cui questo accade possono essere svariati ma tutti ricondubili all”inesperienza di chi esegue un trattamento di questo tipo. Scegliendo di rivolgerti al nostro centro medico Laser Milano questo non accadrà!

Anzi, nei casi in cui si dovesse presentare una scarsa tonicità dei tessuti e un”irregolarità della superficie tissutale, trattiamo questo effetto collaterale dell”intervento chirurgico con tecniche integrative, come ad esempio Lipolaser, radiofrequenza, infrarossi e vacuum, che assicurano tonicità dei tessuti e compatezza della superficie della pelle.

Liposuzione dopo quanto si vedono i risultati?

Scegliendoti di rivolgerti a un centro medico esperto, come il nostro centro Laser Milano, in cui ci avvaliamo delle migliori tecnologie laser, i tempi di ripresa e i risultati sono immediati!

Potrai sin da subito riprendere le tue attività quotidiane, evitando unicamente situazioni potenzialmente traumatiche (quali sport violenti o acquatici) per qualche giorno.

Con questo non vogliamo assolutamente dire che la liposuzione debba sostituire uno stile di vita corretto che include anche una moderata attività fisica.

rassodare dopo liposuzione dopo un mese

Anzi è bene iniziare a praticare dello sport per massimizzarne e mantenere i risultati ottenuti dopo il trattamento.

Liposuzione dopo un mese: come comportarsi?

Dopo un trattamento di questo tipo dovresti adottare dei piccoli accorgimenti fondamentali anche a tavola.

Vogliamo ora rispondere ad un interrogativo che accomuna un po” tutti. Ovvero: “si ingrassa dopo la liposuzione?” La risposta è che se si adotta uno stile di vita sedentario e un”alimentazione scorretta, sì è possibile ringrassare.

Questo perché la liposuzione deve essere visto come un inizio di un processo rieducativo e non come la fine o come un trattamento che faccia miracoli. I miracoli non esistono!

La liposuzione non è un’alternativa ad un’alimentazione sana e corretta.

Per questo offriamo dei percorsi di rieducazione alimentare post trattamento che consentono di armonizzare i risultati ottenuti seguendo i principi della sana alimentazione.

Sarai seguito dai nostri medici esperti che ti insegneranno a scegliere cosa mangiare dopo liposuzione senza provare il senso di frustrazione della dieta.

Cosa aspetti a sottoporti a questo trattamento ed eliminare per sempre l”adipe in eccesso che ti crea imbarazzo e disagio?

Contattaci! Ti offriamo la possibilità di eseguire un check-up gratuito e di avere un preventivo personalizzato, anch”esso gratuito.

Siamo l”unico centro in Italia che ti consente di conoscere il prezzo prima del trattamento vero e proprio. Approfitta di questa occasione.

Ti aspettiamo!

Affidati agli specialisti Affidati agli specialisti

La prima consulenza è gratuita!

     
                 
     

LUCE PULSATA

Diversamente dai laser, la luce pulsata emette raggi ad ampio spettro non coerenti, quindi meno precisi. Quando utilizzata per rilasciare grandi quantità di energia può provocare ustioni. Tecnologicamente più elementare, ha però il grande vantaggio dell’economicità. Molte delle apparecchiature in commercio sono state depotenziate per motivi di sicurezza e non consentono niente di più che un rallentamento della ricrescita.

LASER A DIODO

Il laser a diodo, similmente a quello ad alessandrite, ha come bersaglio privilegiato la melanina. I diodi più potenti ottengono normalmente buoni risultati, tuttavia sono costretti ad arrendersi contro i peli più ostinati a causa del pericolo di ustione. Invece i diodi a bassa potenza sono delicati e veloci, ideali per il trattamento di aree vaste, ma non sono in grado di raggiungere i risultati ottenibili con l’alessandrite.

LASER ND:YAG

Il laser nd:yag si distingue per la capacità di penetrare sotto la cute in profondità interagendo non con la melanina, ma con i vasi sanguigni. Agendo sui capillari che nutrono i peli è quindi lo strumento più indicato per trattare senza controindicazioni le zone in cui il bulbo pilifero è situato in profondità e le pelli scure o abbronzate. Spesso si rivela perfettamente complementare rispetto al laser ad alessandrite.

LASER AD ALESSANDRITE

Il laser ad alessandrite colpisce con precisione la melanina contenuta nei peli. Rilasciando grandi quantità di energia in modo mirato, è quindi in grado di distruggere anche i peli più resistenti nel pieno rispetto dei tessuti circostanti. Per questo motivo la letteratura scientifica lo individua come il laser più indicato per la depilazione permanente. Tuttavia occorre prestare particolare cautela con le pelli scure o abbronzate.