Peli incarniti nelle gambe: cause e rimedi | Laser Milano

Peli incarniti nelle gambe: cause e rimedi contro questo problema

Possono provocare fastidi e persino infezioni, e la causa sono cattive pratiche di depilazione: eppure, c’è un trattamento che può risolvere alla radice il problema

I peli incarniti sono peli che, invece di crescere fuori dalla pelle, si curvano e crescono all’interno della pelle o parallelamente a essa, causando arrossamenti, irritazioni, o anche piccoli noduli. Comune in aree soggette a rasatura o depilazione, questo fenomeno può causare qualche problema anche piuttosto spiacevole e può essere aggravato da tecniche di depilazione improprie o da una mancata esfoliazione della pelle​.

Approfondiamo le possibili cause e i rimedi a questo problema e perché l’epilazione laser può essere una soluzione definitiva al problema.

Peli incarniti: le cause

I peli incarniti sulle gambe possono essere provocati da tanti fattori diversi, spesso legati alle tecniche di depilazione e rasatura. Quando si utilizza il rasoio, ad esempio, la lama può causare microlesioni sulla pelle, portando alla formazione di tessuto cicatriziale che occlude l’ostio pilifero, impedendo così ai peli di crescere correttamente.

Anche l’epilazione a strappo, con la ceretta o l’epilatore elettrico, può causare peli incarniti, soprattutto se durante lo strappo alcuni peli non vengono rimossi completamente, lasciando parte del pelo sotto la superficie della pelle.

Leggi anche: A cosa servono i peli davvero? Facciamo chiarezza

Come prevenire i peli incarniti

Per prevenire i peli incarniti ci sono diverse cose che possiamo fare.

L’esfoliazione, in particolare, può aiutare a prevenire i peli incarniti perché rimuove cellule morte e impurità che possono ostruire i pori e intrappolare i peli. Lo scrub a base di sale marino, oli vegetali, e burri esfolianti vengono raccomandati per mantenere la pelle liscia e libera da ostruzioni. L’uso quotidiano di creme idratanti o oli corpo di alta qualità aiuta a mantenere la pelle morbida e favorisce la crescita naturale dei peli​.

L’uso di rasoi usa e getta o un’accurata disinfezione degli strumenti di depilazione prima dell’uso riduce il rischio di infezioni e peli incarniti. È importante anche disinfettare la pelle prima e dopo la depilazione. L’applicazione di prodotti specifici, come quelli a base di acido salicilico, può essere utile per trattare aree già affette da peli incarniti, grazie alle loro proprietà esfolianti e antimicrobiche​

Evitare indumenti troppo attillati e preferire tessuti naturali e morbidi può ridurre l’irritazione della pelle e la formazione di peli incarniti. La consultazione con un dermatologo è raccomandata in caso di incertezze o se si sospetta la presenza di condizioni come l’ipercheratosi, che può contribuire alla formazione di peli incarniti​

Per i casi in cui i peli incarniti si sono già formati e sono infetti, trattamenti specifici possono essere necessari. L’uso di un ago sterilizzato per delicatamente bucare e drenare il pelo incarnito, seguito da un’accurata disinfezione, è un metodo casalingo per gestire i peli incarniti infetti. Tuttavia, è sempre consigliabile consultare un dermatologo per evitare complicazioni. Prodotti contenenti acido salicilico, noti per le loro proprietà esfolianti e antimicrobiche, possono essere utili sia nella prevenzione che nel trattamento dei peli incarniti e della follicolite associata​

Come rimuovere i peli incarniti

Per rimuovere i peli incarniti, per prima cosa bisogna applicare un panno caldo sulla zona interessata per alcuni minuti così da ammorbidire la pelle e facilitare l’emersione del pelo. Uno scrub esfoliante leggero, permette al pelo di liberarsi.

Se il pelo incarnito è ben visibile, si può esercitare una leggera pressione intorno all’area con le dita pulite per aiutarlo a uscire. Al contrario, meglio evitare di usare le pinzette per tirare il pelo, a meno che non sia chiaramente visibile e facile da rimuovere: possono infatti causare ulteriore irritazione o infezioni. Se il pelo incarnito è infiammato, la cosa da fare è consultare un professionista per un trattamento sicuro e efficace.

Immagine evocativa gambe senza peli incarniti | Laser MIlano

Perché l’epilazione laser è una buona soluzione per prevenire i peli incarniti

L’epilazione laser è una soluzione efficace contro i peli incarniti perché riduce in modo permanente la ricrescita dei peli. Attraverso l’emissione di fasci di luce mirati, il laser danneggia i follicoli piliferi, rallentando o impedendo la crescita dei peli. Senza la ricrescita, il rischio di peli che si incurvano e crescono all’interno della pelle, causando irritazioni o infezioni, diminuisce notevolmente. Ecco perché optare per l’epilazione laser può offrire una pelle più liscia e libera dai disagi associati ai peli incarniti​.

Naturalmente, il trattamento laser dev’essere eseguito da professionisti preparati ed esperti, meglio ancora se medici estetici.

Leggi anche: Epilazione laser: come prepararsi al meglio per la prima seduta

In conclusione

I peli incarniti nelle gambe sono un disturbo cutaneo frequente e fastidioso, in particolare nelle zone della pelle soggette a rasatura o depilazione. La loro formazione può essere prevenuta attraverso una serie di accorgimenti come una corretta esfoliazione, l’utilizzo di strumenti di depilazione adeguatamente disinfettati, e l’adozione di abitudini di cura della pelle che includono l’uso di prodotti idratanti e esfolianti. In caso di peli incarniti già formati, è possibile intervenire con trattamenti delicati e, se necessario, con l’aiuto di un dermatologo

L’epilazione laser è una soluzione efficace e di lunga durata per prevenire la formazione di peli incarniti, agendo direttamente sui follicoli piliferi per ridurne la capacità di generare nuova crescita. Il trattamento dev’essere eseguito da professionisti qualificati che garantiscano sicurezza ed efficacia.

Takeaways

  • La genesi dei peli incarniti è multifattoriale: i peli incarniti possono originare da una varietà di pratiche di depilazione improprie, come l’uso del rasoio o la ceretta, che possono lasciare parte del pelo sotto la superficie della pelle o causare microlesioni che portano alla formazione di tessuto cicatriziale. Questi fattori impediscono ai peli di crescere normalmente, causando irritazione, arrossamento o formazione di noduli;
  • L’importanza dell’esfoliazione e dell’idratazione: la prevenzione dei peli incarniti passa attraverso una buona routine di cura della pelle che include esfoliazione regolare e idratazione. Queste pratiche aiutano a rimuovere cellule morte e impurità che possono ostruire i pori, favorendo una crescita corretta dei peli e mantenendo la pelle morbida e meno suscettibile a irritazioni;
  • L’utilizzo corretto degli strumenti di depilazione: per ridurre il rischio di peli incarniti è fondamentale usare rasoi monouso o disinfettare accuratamente gli strumenti di depilazione prima dell’uso. Anche l’attenzione a disinfettare la pelle prima e dopo la depilazione può ridurre significativamente il rischio di infezioni e, di conseguenza, di peli incarniti;
  • Le soluzioni per i peli incarniti esistenti: nei casi in cui i peli incarniti si siano già formati, possono essere adottati rimedi delicati come l’applicazione di calore per ammorbidire la pelle o l’uso di prodotti esfolianti e antimicrobici. Tuttavia, per evitare complicazioni, è spesso consigliabile rivolgersi a un dermatologo, soprattutto in caso di peli incarniti infiammati o infetti;
  • L’epilazione laser come soluzione definitiva: l’epilazione laser rappresenta un trattamento efficace e di lungo termine per affrontare il problema dei peli incarniti alla radice. Danneggiando i follicoli piliferi, riduce permanentemente la ricrescita dei peli, diminuendo così il rischio di formazione di peli incarniti. Questo trattamento richiede l’intervento di professionisti qualificati per assicurare la massima sicurezza ed efficacia.

Domande frequenti

Quali sono le cause dei peli incarniti?

I peli incarniti possono essere provocati da una varietà di fattori, spesso legati alle tecniche di depilazione e rasatura, come l’uso del rasoio o la ceretta, che possono lasciare parte del pelo sotto la superficie della pelle o causare microlesioni che portano alla formazione di tessuto cicatriziale, impedendo così ai peli di crescere correttamente.

Come si possono prevenire i peli incarniti?

Per prevenire i peli incarniti, è importante adottare una buona routine di cura della pelle che includa esfoliazione regolare e idratazione. L’uso di rasoi monouso o la disinfezione degli strumenti di depilazione prima dell’uso, insieme all’attenzione a disinfettare la pelle prima e dopo la depilazione, può ridurre significativamente il rischio di peli incarniti.

Perché l’epilazione laser è una buona soluzione per prevenire i peli incarniti?

L’epilazione laser riduce permanentemente la ricrescita dei peli danneggiando i follicoli piliferi, il che diminuisce notevolmente il rischio di peli che si incurvano e crescono all’interno della pelle, causando irritazioni o infezioni. Questo trattamento, eseguito da professionisti qualificati, può offrire una pelle più liscia e libera dai disagi associati ai peli incarniti.