Epilazione laser: quando non funziona

L’epilazione laser è il metodo di depilazione più efficace per eliminare per sempre i peli superflui. In alcuni casi però può non funzionare: scopri quali sono.


Epilazione laser: chi decide se si può iniziare con il trattamento?

La depilazione definitiva è il risultato che si ottiene dopo varie sedute di epilazione laser. Per arrivare ad una vera soluzione permanente al problema dei peli superflui, che affligge sempre più donne e uomini, però bisogna prestare attenzione ad una serie di variabili.

Il trattamento, infatti, non funziona quando non si è, prima di tutto, effettuato un’attenta valutazione delle caratteristiche della persona. Ecco quali:

  • fototipo cutaneo,
  • melanina,
  • colore del pigmento,
  • spessore del pelo,
  • densità di peli sulla parte del corpo che si desidera depilare,
  • quadro clinico generale (patologie, assunzione di farmaci, disfunzioni ormonali).

Solo dopo aver preso atto delle peculiarità della pelle e dei peli nonché delle condizioni di salute del soggetto, il medico potrà esprimere il proprio parere in merito alla soluzione più efficace da adottare.

Ovviamente in questa fase preliminare, tenendo in considerazione le esigenze del soggetto, il medico deciderà se e come iniziare il trattamento di epilazione laser e quali saranno il metodo da adottare e le modalità da seguire per pervenire ad un obiettivo realisticamente raggiungibile, quindi ben concordato insieme.

Vuoi conoscere i dettagli sulle ultime tecnologie nel mondo dell’epilazione laser? Leggi l’articolo: Epilazione laser: approfondimento sulle ultime tecnologie nel mondo dell’epilazione!

epilazione laser quando non funziona

Epilazione laser: ecco i casi in cui non funziona

Il trattamento di epilazione laser non può essere effettuato se ci si presenta il giorno della seduta presso il centro medico con i peli troppo corti o estirpati con la ceretta subito prima. In caso di irritazioni dovute a sistemi di depilazione sbagliati o a scrub troppo aggressivi, si dovrà rimandare il trattamento. Lo stesso vale se si usano inibitori della crescita dei peli o si ricorre alla decolorazione: entrambi questi metodi alterano il normale ciclo del pelo.

Come sappiamo, i peli per essere epilati con il laser devono trovarsi in fase anagen, si tratta della fase di crescita del pelo. Nelle successive fasi il pelo si sviluppa e muore quindi non viene riconosciuto dal raggio luminoso che emette energia termica. In altre parole, il laser quando il pelo non è in fase attiva non riesce a concentrare il calore nel follicolo e quindi a bruciare il bulbo pilifero affinché i peli non ricrescano.

L’epilazione laser non funziona quando i peli sono bianchi o molto chiari e particolarmente fini. Affinché l’apparecchiatura possa bruciare il bulbo pilifero, grazie alla sua energia luminosa che si trasforma in calore sino a raggiungere il follicolo ed eliminarlo per sempre, è necessario che i peli abbiano uno spessore e una consistenza piuttosto rilevante.

Un ulteriore motivo per cui l’epilazione laser può non funzionare è dovuto al mancato rispetto dei tempi delle sedute. Per sottoporsi al trattamento bisogna seguire i tempi di ricrescita del pelo, che sono variabili in ogni soggetto.

Per fissare l’appuntamento con l’operatore medico che adopera il laser bisogna tenere presente quanto tempo trascorre per arrivare a raggiungere di nuovo la lunghezza ideale del pelo per effettuare la seduta. Il pelo dev’essere lungo almeno un paio di millimetri, quindi tra una seduta e l’altra in genere si attendono 3-4 settimine.

Via via che si procederà all’epilazione laser, i peli ricresceranno sempre di meno e la ricrescita dei peli rallenterà gradualmente fino a scomparire del tutto.

Epilazione laser: perché seguire sempre i consigli del medico

Un limite alla buona riuscita del trattamento laser è anche non seguire le indicazioni del medico su cosa fare prima e dopo il trattamento o tra una seduta e l’altra. Ad esempio, se non si protegge la pelle dal sole o si assumono farmaci fotosensibilizzanti si possono rischiare bruciature o danni ai tessuti cutanei.

Infine, l’epilazione laser non funziona quando ci si rivolge a persone senza esperienza o che usano macchinari di qualità scadente facendo sprecare quindi tempo e denaro senza raggiungere i risultati sperati e ovviamente mettendo a rischio la pelle della zona del corpo sottoposta al trattamento laser.

Per cui occorre informarsi bene prima di iniziare il trattamento di depilazione definitiva. Solo le migliori tecnologie e un personale sanitario altamente qualificato può garantire un risultato ottimale.


Affidati agli specialisti

La prima consulenza è sempre gratuita!