Ceretta nera: cos'è e come funziona | Laser Milano

Ceretta nera: cos’è e come funziona?

Si usa il carbone attivo per far aderire meglio la cera e diminuire le irritazioni, ma dà comunque risultati temporanei, a differenza dell’epilazione laser

La ceretta nera, conosciuta anche come black wax, è un metodo di depilazione che si distingue per la sua composizione e per l’efficacia nel rimuovere i peli più corti e fini.
Questo tipo di ceretta è composta principalmente da carbone attivo, che le conferisce il caratteristico colore nero, e da una miscela di resine e oli essenziali. La popolarità della ceretta nera è in aumento sia nei saloni di bellezza professionali sia nell’uso domestico, grazie alla sua capacità di aderire meglio alla peluria senza irritare eccessivamente la pelle.

Le origini della ceretta nera non sono ben documentate, ma si sa che l’uso del carbone nelle pratiche di bellezza risale a secoli fa, con impieghi che vanno dalla purificazione della pelle alla detossificazione. Negli ultimi anni, il carbone è stato riscoperto per le sue proprietà assorbenti e purificanti, il che lo rende ideale nella formulazione di una ceretta che non solo rimuove i peli, ma aiuta anche a mantenere la pelle pulita e luminosa.

Quali sono i vantaggi della ceretta nera?

La ceretta nera è particolarmente apprezzata per diversi motivi, che la rendono preferibile rispetto ad altre tecniche di depilazione. In primo luogo, è meno dolorosa rispetto alla cera tradizionale. Questo è dovuto alla sua composizione che non si attacca alla pelle ma solo ai peli, limitando il fastidio e riducendo l’irritazione post-trattamento.

Inoltre, la ceretta nera è ideale per chi ha la pelle sensibile o per zone delicate come inguine e ascelle. Grazie aemollienti come il miele e l’olio di Argan, contenuti nelle formulazioni, la pelle rimane morbida e liscia dopo l’uso. La ceretta nera è anche pratica, perché si stacca facilmente dalla pelle senza lasciare residui appiccicosi, un vantaggio notevole che la rende adatta anche per l’uso casalingo.

Un altro punto di forza, come accennato, è la sua efficacia nel rimuovere i peli corti e sottili: la ricrescita è più lenta e meno visibile rispetto alle tecniche tradizionali. Ciò la rende una scelta ottimale per chi vuole la pelle liscia per periodi più lunghi​.

Infine, la ceretta nera è economica e igienica, dato che non richiede l’uso di strisce di tessuto o carta.

Leggi anche: Ceretta con pasta di zucchero: prima di farci affidamento leggi qui

Come si applica la ceretta nera

Applicare la ceretta nera richiede una certa attenzione e cura, soprattutto per far sì che sia il più indolore possibile e per evitare irritazioni. La procedura inizia con la preparazione della pelle, che deve essere pulita e asciutta. È meglio evitare l’uso di lozioni o oli prima della ceretta perché possono impedire una buona adesione della cera.

La ceretta nera viene solitamente scaldata fino a raggiungere una consistenza morbida e malleabile. In molti centri estetici si utilizza uno scaldacera che mantiene la cera a una temperatura ideale per l’applicazione senza bruciare la pelle. Dopo aver raggiunto la temperatura desiderata, la cera viene applicata sulla pelle con una spatola nella direzione della crescita dei peli.

Dopo l’applicazione, la cera deve raffreddarsi e indurirsi leggermente. Non appena la cera non è più appiccicosa al tatto, è pronta per essere rimossa: serve uno strappo rapido e deciso contro la direzione della crescita del pelo.

Immagine evocativa gambe depilate ceretta | Laser Milano

Ceretta nera: quali precauzioni seguire?

Quando si sceglie di utilizzare la ceretta nera, è fondamentale prendere delle precauzioni e essere consapevoli delle potenziali controindicazioni.

Prima di utilizzare la ceretta nera, è importante fare un test con una patch sulla pelle per verificare eventuali reazioni allergiche agli ingredienti. Anche prodotti naturali possono causare reazioni se si è allergici a uno dei suoi componenti​

Inoltre, non si dovrebbe utilizzare la ceretta su pelle irritata, infiammata, scottata dal sole, o su aree con tagli, abrasioni o cicatrici fresche. È anche sconsigliato l’uso di ceretta se si stanno assumendo farmaci che influenzano la pelle, o se si hanno condizioni mediche come il diabete o disturbi della circolazione.

Si consiglia di evitare l’esposizione al sole immediatamente prima e dopo la depilazione, così come l’uso di esfolianti forti o prodotti contenenti acidi come glicolico e salicilico, per ridurre il rischio di irritazione e sensibilizzazione della pelle​.

Alcune condizioni, come la gravidanza, l’uso di antibiotici o la presenza di capillari fragili, richiedono precauzioni particolari o una consulenza medica prima di procedere con la ceretta per evitare complicazioni.

Seguire correttamente queste istruzioni è fondamentale per evitare problemi come peli incarniti o follicoliti.

Un alternativa alla ceretta nera? L’epilazione laser

L’epilazione laser utilizza raggi laser mirati per distruggere i follicoli piliferi: il suo principale vantaggio è la riduzione della crescita dei peli nel tempo.

A differenza della ceretta nera, che spesso può causare dolore , irritazioni e rossori, l’epilazione laser è notevolmente meno dolorosa e offre risultati a lungo termine. È ideale per chi cerca una soluzione definitiva, poiché porta alla riduzione permanente dei peli dopo alcune sedute. Inoltre, l’epilazione laser è molto precisa e può essere utilizzata su diverse parti del corpo, una soluzione versatile e adatta a vari tipi di pelle e colore del pelo.

L’epilazione laser è un trattamento che non solo è decisamente efficace, ma anche conveniente nel lungo periodo: elimina infatti la necessità di trattamenti frequenti, come nel caso della ceretta nera.

Leggi anche: Ceretta fatta in casa: perché non è la soluzione ideale per rimuovere i peli superflui

In conclusione

La ceretta nera è un metodo efficace e abbastanza delicato per la depilazione, particolarmente apprezzata per le sue proprietà purificanti e per la capacità di rimuovere anche i peli più corti e sottili. Questo rende la ceretta nera una buona scelta per chi ha la pelle sensibile, perché irrita meno la pelle rispetto alla cera tradizionale, e cerca una soluzione pratica per la cura del proprio corpo.

Chi invece cerca una soluzione definitiva al problema dei peli superflui dovrebbe pensare all’epilazione laser, che garantisce risultati duraturi riducendo notevolmente la crescita dei peli. Anche se inizialmente meno economico rispetto alla ceretta nera, il laser può essere un investimento conveniente a lungo termine.

Takeaways

  • La ceretta nera è un tipo di cera depilatoria arricchita con carbone attivo, noto per le sue proprietà purificanti e assorbenti. Questa composizione la rende particolarmente efficace nel rimuovere i peli corti e sottili, riducendo al contempo le irritazioni cutanee. Grazie a ingredienti come oli essenziali e resine, è ideale per pelli sensibili e per aree delicate come inguine e ascelle;
  • Mentre la ceretta nera offre risultati temporanei e può causare irritazione nonostante il suo design migliore rispetto alle cere tradizionali, l’epilazione laser offre una soluzione a lungo termine per la riduzione della crescita dei peli. Il laser è meno doloroso durante l’applicazione e riduce significativamente la necessità di trattamenti frequenti, rappresentando un’opzione più conveniente nel lungo periodo;
  • L’applicazione della ceretta nera richiede una preparazione attenta della pelle, che deve essere pulita e asciutta. La cera viene riscaldata a una temperatura ottimale e applicata con precisione per garantire l’adesione solo ai peli, evitando così irritazioni eccessive. Questo metodo permette anche una rimozione efficace senza residui, rendendo il processo meno doloroso e più igienico;
  • Prima di procedere con la ceretta nera, è essenziale eseguire un test cutaneo per escludere possibili reazioni allergiche. Inoltre, è importante evitare l’uso su pelle irritata o infiammata e prendere misure precauzionali se si hanno condizioni mediche particolari come diabete o problemi di circolazione. Evitare l’esposizione solare e l’uso di esfolianti chimici intorno al periodo della depilazione può prevenire irritazioni e sensibilizzazioni;
  • La scelta tra ceretta nera e epilazione laser dipende dalle esigenze individuali di durata dei risultati e dalla sensibilità della pelle. La ceretta nera è più accessibile e immediata per l’uso domestico e in salone, ideale per chi cerca una soluzione efficace ma temporanea. L’epilazione laser, invece, rappresenta un investimento a lungo termine che promette una riduzione permanente della crescita dei peli, particolarmente adatta a chi desidera una soluzione definitiva.

Domande frequenti

Quali sono i vantaggi della ceretta nera?

La ceretta nera è meno dolorosa rispetto alla cera tradizionale e non si attacca alla pelle ma solo ai peli. È ideale per pelli sensibili, rimuove efficacemente peli corti e sottili, e non richiede strisce di tessuto o carta, rendendola economica e igienica. Inoltre, la cera arricchita di carbone attivo aiuta a mantenere la pelle pulita e luminosa.

Come si applica la ceretta nera?

Per applicare la ceretta nera, la pelle deve essere pulita e asciutta. La ceretta viene scaldata a una consistenza morbida, applicata con una spatola seguendo la direzione della crescita dei peli, e rimossa con uno strappo deciso contro la direzione della crescita dei peli una volta indurita e non appiccicosa al tatto.

Ceretta nera: quali precauzioni seguire?

Prima dell’uso della ceretta nera, è cruciale fare un test cutaneo per allergie agli ingredienti. Non applicare su pelle irritata, infiammata, o sensibilizzata da condizioni mediche. Evitare l’esposizione solare diretta e l’uso di esfolianti chimici prima e dopo la depilazione per minimizzare il rischio di irritazione.