Menu

Per appuntamenti: 0266989244

Liposuzione e alimentazione: cosa mangiare durante il post trattamento

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Ecco quali sono i cibi che dovresti e che non dovresti mangiare in seguito a un trattamento di liposuzione se il tuo obiettivo è quello di mantenere i risultati ottenuti con l'intervento

Hai da poco subito un trattamento di liposuzione, e ora hai paura del riaccumulo di grasso? Il segreto sta tutto nell’alimentazione! Ecco quali cibi preferire durante il post trattamento.


Liposuzione e alimentazione durante il post trattamento.

Quando una persona si sottopone a un intervento di liposuzione, la paura che possa nuovamente vedere comparire l’accumulo di tessuto adiposo è tanta. In particolare, questo accade per tutte le persone che decidono di sottoporsi a un trattamento di liposuzione fianchi, parte del corpo in cui, come già detto più volte, il grasso in eccesso si accumula maggiormente.

Se ti ci ritrovi in questa descrizione, non preoccuparti! In questo articolo, vogliamo darti qualche accorgimento da attuare. Dopo la liposuzione, è consigliabile seguire una dieta e svolgere un esercizio fisico adeguato (anche se ricordiamo che è consigliabile non praticare sport nei giorni immediatamente all’intervento) in modo tale da mantenere i risultati ottenuti con l’operazione.

Ma vediamo ora insieme, più nel dettaglio, quale alimentazione dovresti adottare in seguito a un trattamento di liposuzione.

L’alimentazione corretta da seguire dopo un trattamento di liposuzione.

Per prevenire l’accumulo di tessuto adiposo dopo un trattamento di liposuzione fianchi, ad esempio, ma in realtà per qualsiasi tipo di liposuzione, il nostro consiglio è quello di seguire un’alimentazione corretta in modo da mantenere il tuo peso e i risultati ottenuti in seguito all’intervento.

Ecco alcuni cibi che dovresti, secondo noi, prediligere e che non dovrebbero mai mancare sulla tua tavola:

  • la frutta: almeno 150-180 g al giorno. L’importante che sia di stagione e che non venga cotta, bensì consumata sempre cruda. Inoltre è preferibile prediligere la frutta non elaborata (in nessun modo); ad esempio, è preferibile che tu consumi dei frutti di bosco al naturale rispetto a quelli che si usano in genere per farcire torte e che, quindi, sono molto zuccherati;
  • verdura e ortaggi: il fabbisogno giornaliero di verdura equivale a circa 350/450 grammi. Potresti mangiare: carote, broccoli, pomodori oppure bere dei centrifugati puri al 100% (meglio se fatti in casa). Ricorda di variare con la verdura, in modo da assicurarti di assimilare tutti i nutrienti necessari;

Ricordati: la frutta e la verdura sono eccellenti fonti di fibre.

Se vuoi mantenere il tuo peso corporeo stabile, dopo un trattamento di liposuzione fianchi, scegli di mettere sulla tua tavola frutta e verdura. Alimenti sani e naturali

  • i cereali: meglio prediligere quelli integrali. Puoi scegliere tra riso, pasta o avena o i cereali per la colazione. Attenzione per questi ultimi: leggi sempre l’etichetta della confezione, non devono essere eccessivamente zuccherati, meglio consumarli al naturale e privi di zuccheri. Questi alimenti sono molto importanti nell’alimentazione perché ricchi di preziosa vitamina B che aiuta la digestione lenta;
  • le proteine: nutrienti fondamentali assieme ai carboidrati e ai grassi. Che siano animali o vegetali è buona abitudine consumarne almeno 150/180 grammi al giorno. Puoi trovarle nella carne di manzo o nel pollame, oppure nei legumi e nella frutta secca. Le proteine ti aiutano a sviluppare e mantenere la tua massa muscolare;
  • i latticini: seppur in maniera moderata. Prediligi yogurt e formaggi magri. Oppure alla mattina, se non soffri di intolleranze, preferisci al caffè una bella tazza di latte.

Gli alimenti da evitare dopo un trattamento di liposuzione.

Vogliamo riportarti qui di seguito alcuni alimenti che, secondo noi, andrebbero evitati (o consumati in maniera moderata) se vuoi mantenere il tuo peso corporeo e i risultati ottenuti in seguito all’intervento di liposuzione.

  • Alimenti industriali: in particolar modo quelli in scatola o confezionati;
  • zuccheri: presta soprattutto attenzione agli zuccheri nascosti negli alimenti perché ti fanno ingrassare;
  • evita i fast food: cibi come patatine fritte, panini, hamburger e pizza sono ricchi di calorie e grassi e non ti aiutano a perdere peso;
  • i cibi fritti: prediligi la cottura a vapore, al forno o potresti aggiungere dell’olio extravergine d’oliva a crudo.

Post trattamento di liposuzione: mangia regolarmente, non saltare mai i pasti!

Un altro consiglio che vogliamo darti è quello di mangiare regolarmente, senza saltare i pasti. È fondamentale che tu faccia sempre cinque pasti al giorno: colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena. Spesso, erroneamente, si pensa che si saltano i pasti (in particolare gli spuntini tra un pasto principale e l’altro) si possa raggiungere il peso corporeo desiderato.

In realtà, saltando i pasti accade l’esatto opposto: non solo non riuscirai a mantenere il tuo peso corporeo, ma si potrebbe addirittura mettere su peso perché il tuo metabolismo potrebbe subire dei rallentamenti.

Conclusioni.

Seguire un’alimentazione corretta dopo essersi sottoposti a un trattamento di liposuzione è importante per preservare i risultati ottenuti con l’intervento e per mantenere un equilibrato peso corporeo.

Elimina il cibo spazzatura, gli alimenti industriali e raffinati: prediligi i cereali integrali, la frutta, verdura e alimenti al naturale.

Seguendo questi piccoli accorgimenti, siamo sicuri che il tessuto adiposo in eccesso, che prima di sottoporti all’intervento, possedevi e ti creava disagio e imbarazzo, non ricomparirà più!

Per avere maggiori informazioni sui nostri trattamenti di liposuzione, contattaci. Ti offriamo la possibilità di un primo check-up e di un preventivo gratuito!

Affidati agli specialisti Affidati agli specialisti

La prima consulenza è gratuita!

LUCE PULSATA

Diversamente dai laser, la luce pulsata emette raggi ad ampio spettro non coerenti, quindi meno precisi. Quando utilizzata per rilasciare grandi quantità di energia può provocare ustioni. Tecnologicamente più elementare, ha però il grande vantaggio dell’economicità. Molte delle apparecchiature in commercio sono state depotenziate per motivi di sicurezza e non consentono niente di più che un rallentamento della ricrescita.

LASER A DIODO

Il laser a diodo, similmente a quello ad alessandrite, ha come bersaglio privilegiato la melanina. I diodi più potenti ottengono normalmente buoni risultati, tuttavia sono costretti ad arrendersi contro i peli più ostinati a causa del pericolo di ustione. Invece i diodi a bassa potenza sono delicati e veloci, ideali per il trattamento di aree vaste, ma non sono in grado di raggiungere i risultati ottenibili con l’alessandrite.

LASER ND:YAG

Il laser nd:yag si distingue per la capacità di penetrare sotto la cute in profondità interagendo non con la melanina, ma con i vasi sanguigni. Agendo sui capillari che nutrono i peli è quindi lo strumento più indicato per trattare senza controindicazioni le zone in cui il bulbo pilifero è situato in profondità e le pelli scure o abbronzate. Spesso si rivela perfettamente complementare rispetto al laser ad alessandrite.

LASER AD ALESSANDRITE

Il laser ad alessandrite colpisce con precisione la melanina contenuta nei peli. Rilasciando grandi quantità di energia in modo mirato, è quindi in grado di distruggere anche i peli più resistenti nel pieno rispetto dei tessuti circostanti. Per questo motivo la letteratura scientifica lo individua come il laser più indicato per la depilazione permanente. Tuttavia occorre prestare particolare cautela con le pelli scure o abbronzate.