Menu

Per appuntamenti: 0266989244

Epilatori elettrici: attenzione ai peli incarniti

Condividi su facebook
Condividi su google
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
epilatori elettrici: attenzione alla comparsa di peli incarniti e follicolite. Scegli l'epilazione laser

Spesso la depilazione effettuata mediante l’utilizzo degli epilatori elettrici può causare la comparsa di peli incarniti indesiderati. Vediamo insieme come ovviare a questo problema.


Depilazione con gli epilatori elettrici

Probabilmente prima di scegliere di ricorrere a un metodo di depilazione piuttosto che un altro, avrai valutato bene tutte le possibilità: l’epilazione laser e altri metodi di depilazione permanenti eseguibili presso  un centro medico specializzato, oppure rasoi e cerette, per poi concentrarti sugli epilatori elettrici.

Sei sicura di questa tua scelta? In questo articolo vogliamo aiutarti ad avere le idee più chiare su questo metodo di depilazione, spiegandoti tutti i pro e i contro di questa metodica.

La prima cosa che devi sapere è che gli epilatori elettrici, sebbene abbiamo il vantaggio di rimuovere i peli in maniera veloce e pratica, offrono dei risultati solamente temporanei. Cosa che invece non accade con le tecniche di epilazione eseguite da specialisti, come i nostri presso il centro di epilazione Laser Milano. Questi trattamenti di epilazione laser infatti offrono dei risultati permanenti.

Oltre ad avere questo grande limite, l’utilizzo degli epilatori elettrici può comportare alcune controindicazioni, tra cui la comparsa fastidiosa di peli incarniti.

Peli incarniti con l’epilatore elettrico

Il rischio che comporta l’utilizzo di questi epilatori elettrici è quello di favorire la fuoriuscita di peli incarniti. Questo perché lo strappo del pelo irrita la pelle e i peli invece che uscire dal bulbo, rimangono imprigionati causando in questo modo dolore, infiammazione e la comparsa della tanto odiata follicolite.

Con questo termine s’intende proprio l’infiammazione o infezione della parte superiore del follicolo pilifero. E tra le possibili cause di questa infiammazione ci sono proprio dei metodi di depilazione aggressivi che utilizzano una tecnica di depilazione contro pelo.

Rimedi contro i peli incarniti

Come rimediare ai peli incarniti post depilazione con l'epilatore elettrico?

Per ovviare al problema, vogliamo ora darti alcuni consigli da seguire post-depilazione fai da te. Dopo aver utilizzato l’epilatore elettrico non sottovalutare l’importanza dell’idratazione della pelle. Infatti, qualora la tua pelle non fosse sufficientemente idratata, essa risulterà essere più incline alla formazione di peli incarniti.

Il nostro consiglio è quello di non ricorrere all’utilizzo di creme e lozioni profumate, perché risultano essere molto aggressive nei confronti della pelle, che dopo la depilazione è più sensibile. Potresti però utilizzare un gel di aloe vera ad esempio, che ha proprietà lenitive, idratanti e antiinfiammatorie.

Inoltre, nelle ore successive alla depilazione evita di utilizzare indumenti eccessivamente stretti e aderenti perché potrebbero sfregare la pelle ancora sensibile dallo stress della depilazione, comprimerla e non lasciarla respirare. Altro aspetto da non sottovalutare è l’uso di indumenti in cotone piuttosto che in materiale sintetico.

Se seguirai questi piccoli accorgimenti è probabile che la comparsa dei peli incarniti diventi meno frequente. Ma sai qual è il vero rimedio contro i peli incarniti e la follicolite? L’unica soluzione valida è quella di ricorrere a un metodo di depilazione alternativo, ovvero l’epilazione laser.

Epilazione laser VS epilatori elettrici

Se nonostante tutte le accortezze effettuate dopo il trattamento di depilazione effettuato notate ancora dei peli incarniti, il nostro consiglio è quello di rivolgervi a un centro specializzato che si occupa di epilazione laser. 

A oggi questo metodo risulta essere quello più efficace per contrastare la fuoriuscita dei peli incarniti e della follicolite. Il problema infatti va risolto alla base e non dopo il trattamento di depilazione.

Conclusioni

Il nostro consiglio è quello di evitare di ricorrere a tecniche di depilazione casalinghe come l’utilizzo dell’epilatore elettrico. Con l’epilatore elettrico la formazione di peli incarniti è abbastanza frequente. Questo perché il pelo, anziché venire strappato alla radice, viene spezzato esattamente a metà.

Se sei stanca di vedere peli incarniti sul tuo corpo, noi ti consigliamo di ricorrere a un’altra tecnica di epilazione più efficace, permanente e che non favorisce la fuoriuscita dei peli incarniti: stiamo parlando dell’epilazione laser.

Inoltre, l’epilazione laser è un’ottima soluzione alla fastidiosa follicolite, i cui sintomi sono proprio brufoletti, peli incarniti e prurito.

Se vuoi avere maggiori informazioni, contattaci oppure vieni a trovarci presso il nostro centro di depilazione Laser Milano. Ti offriamo la nostra consulenza e un preventivo gratuito sui nostri servizi.

Affidati agli specialisti Affidati agli specialisti

La prima consulenza è gratuita!

LUCE PULSATA

Diversamente dai laser, la luce pulsata emette raggi ad ampio spettro non coerenti, quindi meno precisi. Quando utilizzata per rilasciare grandi quantità di energia può provocare ustioni. Tecnologicamente più elementare, ha però il grande vantaggio dell’economicità. Molte delle apparecchiature in commercio sono state depotenziate per motivi di sicurezza e non consentono niente di più che un rallentamento della ricrescita.

LASER A DIODO

Il laser a diodo, similmente a quello ad alessandrite, ha come bersaglio privilegiato la melanina. I diodi più potenti ottengono normalmente buoni risultati, tuttavia sono costretti ad arrendersi contro i peli più ostinati a causa del pericolo di ustione. Invece i diodi a bassa potenza sono delicati e veloci, ideali per il trattamento di aree vaste, ma non sono in grado di raggiungere i risultati ottenibili con l’alessandrite.

LASER ND:YAG

Il laser nd:yag si distingue per la capacità di penetrare sotto la cute in profondità interagendo non con la melanina, ma con i vasi sanguigni. Agendo sui capillari che nutrono i peli è quindi lo strumento più indicato per trattare senza controindicazioni le zone in cui il bulbo pilifero è situato in profondità e le pelli scure o abbronzate. Spesso si rivela perfettamente complementare rispetto al laser ad alessandrite.

LASER AD ALESSANDRITE

Il laser ad alessandrite colpisce con precisione la melanina contenuta nei peli. Rilasciando grandi quantità di energia in modo mirato, è quindi in grado di distruggere anche i peli più resistenti nel pieno rispetto dei tessuti circostanti. Per questo motivo la letteratura scientifica lo individua come il laser più indicato per la depilazione permanente. Tuttavia occorre prestare particolare cautela con le pelli scure o abbronzate.